Cibo Barf per cani di tutte le razze
Operazione riuscita Colombi spazzati via da falchi e falconiere

Mi occupo principalmente di allontanamento da colombi e altri uccelli infestanti. Le aree coivolte su cui sono intervenuto vanno dalla azienda agricola al centro storico. Effettuo interventi in diversi orari della giornata ed ogni intervento ha una durata massima di due ore.
Oltre l’allontanamento,eseguo anche per eventi privati dimostrazioni di volo con rapaci diurni e notturni.
Addestramento rapaci conto terzi.
Eseguo lavori in tutta Italia.

“Dalla passione alla professione”, questo è il motto della Hawk Service.

logo6La Hawk Service offre servizi di falconeria occupandosi principalmente di bird control per l’allontanamento di piccioni, storni e volatili infesanti in genere.

Il bird control rappresenta una soluzione ecosostenibile ed incruenta al problema, sempre più presente, della proliferazione di specie animali infestanti, in particolar modo di volatili come colombi torraioli o piccioni, gabbiani e mammiferi di piccola taglia come lepri e roditori, nelle aree urbane, suburbane ed industriali.

Operiamo principalmente lungo tutta la dorsale adriatica, dalle Marche alla Puglia, e nel centro Sud Italia principalmente nel Lazio, Campania, Molise e Umbria.

La Hawk Service offre:

percorsi didattici della durata di un giorno per scuole o di più giorni per amanti della natura presso la propria struttura con possibilità di trekking con rapaci e asini

dimostrazioni di volo anche in costume d’epoca. 

 

Visita il nostro sito!

Guarda il nostro Video

 

 

Offriamo servizi di falconeria quali bird control (allontanamento volatili invadenti), dimostrazioni didattiche, rievocazioni storiche, pet therapy, falconeria a cavallo, consegna fedi e corsi di avvicinamento alla falconeria.
Recapiti 345/6968634 e majesticfalconry@gmail.com
www.majesticfalconry.com

Il nostro uomo si chiama Eric Pirrotta ed ha 32 anni, uno spiccato accento francese, una singolare passione per i temporali e per i fulmini in particolare, un tipo originale e simpatico.

I suoi clienti lo chiamano semplicemente, ma con rispetto: “il falconiere”. “La mia professione – precisa – non è quella di praticare la caccia con il falco, bensì dell’allontanamento naturale dell’avifauna dove questa rappresenta un pericolo o semplicemente un problema. Per farlo, utilizzo le tecniche e l’addestramento simili a quelle usate in falconeria. Più precisamente, spiega, utilizzo i falchi per cambiare le abitudini di uccelli che sono in sovrappopolazione in alcuni luoghi”. Parliamo ovviamente di aeroporti, dove gli stormi di gabbiani o di altri uccelli possono recare un grave pericolo per gli aerei in decollo o atterraggio, ma anche di piccioni che colonizzano gli anfratti di palazzi e monumenti storici, o semplicemente le parti più alte di magazzini.

In tutti questi casi, è noto che è sufficiente la presenza di un falco, di un’aquila o di un altro rapace per far sì che questi si allontanino.

Come si fa a diventare falconiere professionale?

“Purtroppo – ci racconta Eric – non esistono corsi di formazione né diplomi riconosciuti dallo Stato. L’unica possibilità è quella di seguire i corsi organizza ti privatamente dai maestri di falconeria. In ogni caso, occorre fare tanta pratica e accumulare altrettanta esperienza prima di poter entrare a far parte di questo mondo, particolarmente ristretto e molto selettivo. Solo quando se ne farà parte, si può pensare di praticare la falconeria a livello professionale”. Eric, infatti, è figlio d’arte, privilegiato dal fatto di essere figlio di Giancarlo Perrotta, noto falconiere e artigiano di accessori per la falconeria la cui qualità è riconosciuta a livello internazionale da oltre 35 anni. “A 20 anni – prosegue Eric – ho seguito uno stage a Parigi con un noto addestratore di falchi per il cinema. Più tardi, ho lavorato in una voliera dove ho potuto fare pratica con una decina di rapaci differenti. Successivamente, mi sono occupato della fabbricazione e della vendita di materiale per la falconeria a livello internazionale. Infine,quattro anni fa ho creato la mia società di servizi di allontanamento dell’avifauna tramite rapaci prestando opera tra Lazio, Abruzzo, Umbria e Toscana”.

Dove e perchè

Il metodo di allontanamento è stato utilizzato la prima volta durante la seconda guerra mondiale sulle piste degli aeroporti militari. Al giorno d’oggi questa tecnica si è rivelata di grande utilizzo nei numerosi aeroporti militari e civili che dispongono di squadre di falconieri pronti ad intervenire 24 ore al giorno sulle piste. Con lo sviluppo delle zone urbane, che prendono inesorabilmente il posto della natura, certe specie di uccelli come piccioni, storni e gabbiani, hanno trovato nella città un ecosistema perfetto per la loro sopravvivenza e la loro riproduzione. Sfortunatamente per loro, l’eccessivo numero di questi volatili causa enormi disturbi e danni. A parte il disturbo sonoro causato dalla loro presenza massiccia, c’è anche quello dell’accumulazione delle feci, che è causa di gravi problemi sanitari e di disfunzionamento nelle industrie, nelle aziende agroalimentari, negli aeroporti, senza dimenticare i danni al patrimonio storico nei luoghi pubblici e di particolare interesse artistico.

L’Harris è il falco più adatto

Per svolgere al meglio la sua professione, Eric utilizza una squadra di rapaci composta da 4 poiane di Harris e un falco Lanario. La poiana di Harris è un animale sudamericano di basso volo, molto intelligente e particolarmente sociale. L’Harris è l’unica specie che ha la capacità di cacciare in gruppo, l’ideale per lavorare su grandi superfici. Oltre a questa sorprendente attitudine hanno la capacità di volare in condizioni di disturbo estreme e di grande difficoltà , come negli impianti di una raffineria o nelle grandi industrie.

UN PREZIOSO SERVIZIO PER LA SOCIETÀ

Il senso storico dell’arte della falconeria o della “caccia al volo” è unicamente quello di andare a caccia con un rapace, attività entrata a far parte del patrimonio immateriale dell’Unesco. Le persone che nel mondo vivono con questo particolare metodo di caccia sono molto poco numerose e vivono soprattutto in paesi poveri e con territori di caccia quasi intatti, come ad esempio gli “aquilieri” mongoli che si trasmettono di generazione in generazione l’arte della falconeria per cacciare le lepri e cibarsi della loro carne e le volpi per coprirsi con la loro pelliccia. “In Europa – conferma Eric – questo modo di cacciare per vivere è ovviamente impensabile. Nei paesi occidentali, però, l’allontanamento naturale dell’avifauna tramite l’utilizzo di uccelli rapaci rende un servizio molto prezioso alla nostra società”. Infine, bisogna aggiungere che esistono anche altre professioni che prevedono un contatto diretto con i rapaci: sono quelle legate ai centri di allevamento, a quelli di recupero e reintroduzione e ai centri didattici.

Bird Control

Il nostro Bird Control consiste nell’utilizzo di Falchi addestrati per l’allontanamento non cruento di specie infestanti come Piccioni, Gabbiani, Storni e qualsiasi volatile che provochi o possa provocare gravi e seri danni ambientali o all’uomo. Questa tecnica innovativa, inoltre, è l’unica tecnica ad impatto zero che si conosca e va a sostituire prodotti chimici salvaguardando l’ambiente.

Nelle potenziali “prede” subentra un istinto di “sopravvivenza” che li porta ad abbandonare il posto divenuto critico per il voli dei Falchi.

La falconeria nella sua forma di Bird Control è molto utilizzata in aeroporti, discariche, distillerie, fabbriche, depositi, ospedali e centri storici.

IL FALCO E IL FALCONIERE
Offriamo agli alunni delle scuole d’obbligo (elementari, medie inferiori e superiori) un programma didattico naturalistico sul rapporto diretto tra studente e animale. In questo modo si intende colmare la lacuna con l’informazione diretta: CONOSCERE, APPROFONDIRE, VEDERE E TOCCARE. Completando le lezioni teoriche attraverso incontri reali con i rapaci. È convinzione dei responsabili del progetto che i sensi dei ragazzi debbano essere sviluppati per accrescere la conoscenza del mondo che li circonda. Inoltre il contatto diretto dell’alunno con il rapace rappresenta un’esperienza unica.

OBIETTIVO
Il nostro intento è quello di accompagnare le nuove generazioni a seguire un percorso di avvicinamento ai rapaci, per arrivare ad apprendere il pieno valore della Falconeria sul nostro territorio e per stimolare un senso di responsabilità verso gli animali. Ci si attende un’attiva partecipazione, per consentire ai ragazzi di continuare a stupirsi, mettersi alla prova, essere protagonisti e ricordare questa come un’emozionante esperienza da ripetere.

PROGRAMMA DIDATTICO
Questo progetto prevede due incontri di due ore ciascuno per un massimo di 50 alunni. Da suddividere in tre ore sviluppate in aula e una all’aperto o in palestra per le dimostrazioni pratiche.
Tutti i rapaci sono sotto costante controllo igienico-sanitario. Addestrati e regolarmente utilizzati per interagire con bambini e adulti. Questi animali sono assolutamente inoffensivi, docili e calmi. Sono in possesso di regolare documentazione che ne attesta la provenienza e sono detenuti secondo le normative vigenti.

I° Incontro
– Presentazione del progetto
(chi siamo, cosa facciamo, cosa sono i rapaci)
– I rapaci
(presentazione dei nostri rapaci, anatomia, abitudini e schede introduttive delle specie che verranno distribuite agli studenti)
-Cenni di Falconeria
(la Falconeria dalle origini ad oggi, l’attrezzatura e l’utilizzo dei rapaci)

II° Incontro
– Salvaguardia del Rapaci
(un medico veterinario presenzierà per parlare ai ragazzi di queste specie protette in parte a rischio di estinzione e dell’importanza che questi animali rivestono per un corretto equilibrio ecologico, verrà distribuito materiale informativo sulle nozioni base di primo soccorso per un rapace ferito)
– Pratica
(gli operatori si esibiranno in una breve dimostrazione dove gli studenti saranno coinvolti nella gestione del rapace)

Proponiamo alle scuole un team operativo qualificato (falconiere e medico veterinario) nella realizzazione del progetto da noi presentato.

Si invitano le scuole interessate a contattarci. Si prevende un incontro conoscitivo con gli insegnanti affinchè il progetto sia positivamente integrato nella programmazione didattica dell’anno scolastico. Verrà fornito gratuitamente materiale didattico e informativo ad ogni docente.

Per qualsiasi informazione, chiarimento o preventivo potete rivolgervi alla Responsabile del Progetto
Enrica Soncini 345.4646349

L’arte della Falconeria viene tramandata di generazione in generazione, ma questo non è il caso della nostra associazione.

I Falconieri delle Apuane e’ semplicemente un gruppo di persone unite dalla stessa splendida passione e legate da un reciproco sentimento di fiducia e rispetto, caratteristiche che rendono questo gruppo Unico; nessun avo antecedente a noi ma solo semplice passione che ci scorre dentro.

Nel 2010 nascono i Falconieri delle Apuane, associazione di Falconeria con sede in via San Vitale, Mirteto (Ms), grazie all’unione tra Matteo Giannetti, che fin da piccolo ha coltivato questa passione e che ha sempre mantenuto vivo in lui questo sogno fino a realizzarlo, Antonio Giannetti, Sara Babboni, Davide Borghini e Lorenzo Tartarini;

Successivamente, con l’ingresso nell’associazione di altri validi elementi come Giuseppe Giannetti, Emiliano Casini, Marco Tartarini e Rebecca Natelli il gruppo è diventato sempre più amplio e completo.

La nostra Associazione si occupa di addestramento rapaci, dimostrazioni didattiche con volo libero degli animali ed inoltre di divulgare, tutelando sempre i rapaci e la natura in generale, questa arte in tutti i comuni d’Italia che ci vorranno ospitare, ammaliando tutti i presenti.

Inoltre il nostro gruppo è provvisto di costumi d’epoca storica al fine di poter partecipare ad eventuali eventi e rievocazioni medioevali.

Per ogni falconiere, vedere il proprio falco tornare sul proprio pugno dopo il volo è una delle immagini e delle sensazioni più belle al mondo.

La falconeria e’ considerata uno dei più sofisticati e civilizzati incontri tra uomo e natura, nonché una delle più antiche relazioni tra uomo e uccello; e noi siamo lieti di farne parte.
L’UTILIZZO DEI RAPACI

Oltre alle semplici rievocazioni storiche, fiere e spettacoli, i rapaci vengono utilizzati anche per il Bird-Control, per lezioni didattiche nelle scuole e per l’ allevamento.

BIRD-CONTROL.
BIRD CONTROL è un termine inglese col quale si intende il controllo degli uccelli.
Questa tecnica consiste nell’allontanamento di alcune specie di uccelli,per la maggior parte piccioni,storni,cormorani e gabbiani,ritenute dannose o pericolose in determinati ambienti,, mediante l’ utilizzo di rapaci.
Non tutte le specie di rapaci sono adatte al controllo dei nocivi;
I rapaci più utilizzati sono soprattutto la poiana di Harris e il Falcone di alto volo.
La poiana di Harris perchè è in grado di volare in qualsiasi condizione di tempo e di luce oltre che in qualsiasi luogo ,e la sua mole è utile per allontanare certe specie particolarmente grosse come gli aironi nelle piste aeroportuali, mentre il Falcone d’alto volo perché alzandosi in volo è in grado di spaventare uccelli nel raggio di centinaia di metri.

L’addestramento di questi rapaci è particolare,in quanto vengono abituati subito al rumore e presenza di aerei, macchine e persone e vengono inoltre abituati a NON uccidere gli uccelli da allontanare,quindi non verrà mai fatta conoscere la preda viva.
Al contrario non vengono quasi mai utilizzati rapaci come l’Astore, lo Sparviere, la Poiana Ferruginosa e la Poiana comune poiché presentano caratteristiche non idonee a questa attività come es. l’abitudine di attaccare appena liberato gli eventuali uccelli da spaventare,la piccola mole che li rende meno “pericolosi” e la difficoltà di gestione.
Inoltre non vengono mai utilizzate le Aquile in quanto troppo difficili da gestire e a causa della loro grossa mole che ne rende difficile l’utilizzo nella maggioranza delle situazioni di bird-control.
Anche i piccoli falchi come il Gheppio comune ed il Gheppio americano sono poco utili, sempre a causa delle loro piccole dimensioni.
Tra i rapaci notturni l’unico che forse può trovare utilizzo è il Gufo reale europeo.
A differenza dei metodi comunemente utilizzati per allontanare i volatili come ad esempio i Palloni aerostatici,gli Altoparlanti e i Fuochi d’artificio,il bird control non prevede l’uso di materiali inquinanti per l’ambiente ed è molto più funzionale in quanto si è riscontrato che i volatili allontanati tramite i metodi precedentemente elencati comprendono quasi subito che il pericolo era momentaneo e ritornano dopo poco tempo sul posto.

DIDATTICA NELLE SCUOLE.
Questa attività ha lo scopo di sensibilizzare i bambini e i giovani adolescenti ed a spingerli a conoscere gli animali e la natura per poterli rispettare.
L’ attività ha una durata di circa 1 ora nelle scuole elementari,essendo riconosciuta tale la durata massima di attenzione prestata dai bambini piccoli,e di una giornata per le scuole medie e superiori essendo i giovani adolescenti abituati a prestare attenzione per più ore consecutive.
Durante la lezione verranno spiegate le tecniche di volo,le tecniche di caccia,l’ alimentazione e le varie differenze morfologiche e biologiche fra i rapaci diurni e quelli notturni,nonché presentate le varie caratteristiche di ogni specie.
Successivamente si assisterà alle evoluzioni in volo libero,(sotto il controllo dei falconieri),di uno o più animali e sarà possibile per i bambini accarezzare e fare fotografie al rapace.
La didattica diviene così uno strumento per far conoscere ai bambini e ai giovani,in modo divertente e del tutto nuovo il mondo dei rapaci e per spingerli alla salvaguardia di questi,essendo molto importanti per l’equilibrio biologico della natura.

Dimostrazioni di Falconeria /Falconeria a cavallo
– Esposizione rapaci
– Bird Control
– Corsi di Avvicinamento alla Falconeria
– Lezioni Didattiche

Falchi e Cavalli

Due degli animali che hanno accompagnato l’uomo nella storia sono il cavallo ed il falco.

Questi due animali così differenti tra loro hanno invece molte similitudini.

Nonostante vengano domati o addestrati mantengono uno spirito libero e un profondo istinto che li rende speciali e la loro fierezza e nobiltà non verrà mai intaccata nel tempo.

Sono proprio queste caratteristiche che portano ancora oggi l’uomo ad ammirare tale perfezione della natura e spesso ci si sofferma, con la testa verso l’alto, ad osservare il volo di un falco che veleggia nel cielo oppure a guardare in un pascolo un cavallo che galoppa a testa alta .

Per riuscire ad avere un rapporto di complicità con questi animali occorre tanta costanza e una dote naturale che ti porta ad interpretare i loro comportamenti assecondandoli per ottenere un meraviglioso rapporto di fiducia.

La Falconeria è un arte ma sopratutto deve essere una gran passione e la voglia di vivere come diretto spettatore di impressionanti acrobazie aeree e scene di vera caccia dove è sovrana la legge della natura, vale a dire quella dove vince il più forte e la continua lotta per la sopravvivenza di preda e predatore.

Il falco trova nel falconiere una sorta di compagno di caccia dove, con la sua collaborazione, gli vengono offerte occasioni di catturare prede e al tempo stesso è la garanzia di avere ad ogni modo un pasto che possa saziare la sua sempre vorace fame oltre ed un rifugio dove nessun altro predatore potrà fargli del male.

Nessuna ricompensa in cibo sarebbe per il falco tanto allettante per venire sul pugno del suo falconiere se prima non avesse acquistato un’immensa fiducia verso di lui!

Il falconiere non è solo un detentore di un rapace ma è una persona che ha scelto un certo stile di vita fatta di sacrifici e tanta pazienza perché per raggiungere anche il piu’ piccolo risultato sono necessarie ore di prove e tanta dedizione………è una passione che riempie e porta ad allontanarti dal mondo moderno creandosi uno spazio esclusivo e delimitato dal volo del proprio compagno alato…… il falco!

Addestramento e doma

Addestrare un falco o domare un cavallo sono due fasi molto importanti dove l’addestratore o il domatore deve interagire con l’animale e far capire segnali con esercizi ripetitivi e sempre più complessi.

Non voglio peccare di presunzione e non voglio insegnare a nessuno queste due pratiche ma voglio solo far capire un concetto fondamentale.

Tutti gli animali hanno un cervello dove vengono memorizzati suoni e gesti tutto quello che noi dobbiamo fare è farli associare ad una loro reazione.

Questo è possibile se ad un nostro “comando” e successiva “reazione” noi aggiungiamo una “ricompensa”.

Bisogna anche tener presente alla natura di ogni animale e di conseguenza porsi nei suoi confronti nel modo opportuno.

Nel caso di un rapace, quale predatore, dobbiamo fargli capire che in nostra presenza avrà occasioni di cacciare in quanto noi possiamo stanargli prede e dargli modo di catturarle ma al tempo stesso siamo per lui anche una fonte di cibo nel caso fallisse il suo tentativo di predare.

Ricordiamoci anche che un falco è in cima alla catena alimentare e per sopravvivere deve uccidere per cibarsi e per farlo deve volare e sfruttare molte energie corporee ma una volta in esubero di peso non sprecherà le energie accumulate inutilmente; basta aver visto un documentario suoi leoni e si può comprendere quanto questi animali siano attivi e feroci nel procacciarsi cibo e quanto pigri e svogliati quando sazi.

In pratica possiamo paragonare un falco ad un atleta dove la sua prestazione è dipesa da un’ottimale peso e forma fisica.

Invece il cavallo è un erbivoro e come tale è un animale che allo stato brado ha vita di gruppo e dove avrà un ruolo stabilito dal capo branco.

Il problema sorge quando il cavallo che abbiamo di fronte vuole essere lui il dominante e in quel caso bisogna essere molto attenti e molto decisi perché ogni volta che ci porremo nei suoi confronti dobbiamo fargli capire quali sono i ruoli.

In questo caso noi dobbiamo suscitare in lui rispetto e autorità senza dover necessariamente usare le maniere forti ma dando sempre comandi decisi e inequivocabili ed insistendo fino a quando non si ottiene il risultato voluto.

Anche nel caso di un cavallo remissivo dove la sua difesa principale è la fuga bisognerà avere molta attenzione, i comandi dovranno essere sempre molto chiari ma mai troppo bruschi perché potrebbero suscitare tensione controproducente.

Detto questo credo di avere dato un quadro, seppur molto marginale, del significato di addestramento e doma e concludo dicendovi che non conta quanto tempo impiegherete ma se userete pazienza e costanza un animale alla fine ricompenserà sempre i vostri sforzi e sacrifici ripagandovi con un’immensa soddisfazione.

Allontanamento volatili nocivi: BIRD-CONTROL

Cosa significa Bird-Control?
In pratica sono tutti sistemi che hanno come fine quello di allontanare da determinate aree volatili di varie speci.
Basta fare qualche ricerca su internet e si trovano un infinità di ditte, italiane ed estere, che producono un’altrettanta infinità di dispositivi di dubbio uso ed efficacia.
Si possono trovare i comuni “aghi” ma anche dispositivi sonori che emettono le grida di allarme di determinate speci o addirittura di rapaci, apparecchiature elettriche che mandano leggere scosse, cartarinfrangenti, fantocci che simulano rapaci e chi piu’ ne ha ne metta.
Ormai è qualche anno che lavoro in questo campo e potuto constatare che spesso la fauna selvatica riesce a scavalcare questi sistemi dissuasori trovando alternative o semplicemente abituandosi a tali circostanze.
Anche non molto tempo fà su telegiornali è passata la notizia che era stato brevettato un falco-robot che simulava il suo simile in carne ed ossa ma sinceramente la cosa mi ha fatto sorridere.
Molti volatili che vivono in libertà hanno modificato le loro abitudini adeguandosi alla continua espansione dell’uomo sull’intero territorio trovando anche in questo una risorsa di vita.
Infatti le enormi città e fabbriche di inverno producono,con i loro scarichi ed esalazioni, un innalzamento della temperatura e permettono a molti volatili di passare la notte in un ambiente non troppo freddo con conseguente risparmio di energie corporee.
Inoltre l’uomo con le sue strutture e fabbricati crea delle nicchie e zone riparate per consentire la nidificazione.
Tutto ciò che può essere utile alla fauna selvatica per la propria sopravvivenza creando un riparo o una fonte di cibo sarà presto individuata e presa in assedio.
Come fare quindi per contrastare questo fenomeno che a volte mette addirittura in rischio vite umane come negli aereoporti?
Bisogna fare un passo in dietro e fare un esame sulla catena alimentare che regola la vita di ogni essere vivente e individuare quale sia il vero ed unico avversario di tali ospiti indesiderati…..esatto, in cima alla catena alimentare troviamo un abile predatore dotato anche lui di ali per inseguimenti aerei ed un enorme astuzia per intercettare la propria preda…..sto parlando proprio di lui “il falco”!
I rapaci sono da sempre l’unica fonte di vero terrore verso qualsiasi volatile ma è anche vero che per ogni specie è necessario il falco giusto.
Molti di noi avranno visto delle poiane volare in cielo mentre sono torturate da cornacchie e corvi senza che queste nemmeno si difendano…in effetti la poiana comune non è un rapace molto aggressivo ma basta sostituirlo con una femmina di falco pellegrino od un falco sacro ed ecco che la situazione cambia enormemente e tutti i corvidi nel suo raggio di azione cercheranno di mettersi al riparo il prima possibile.
Detto questo non bisogna però pensare che i volatili infestanti si convincano facilmente a lasciare una determinata area che loro hanno scelto come habitat nonostante la presenza di un falco in zona pertanto bisogna fargli capire che quella non è più un luogo sicuro.
Questo è possibile studiando un piano di interventi dal principio più intensificati e poi pian piano sempre più dilazionati ma tenendo sempre sotto controllo la situazione per evitare che si ripresenti il problema ed un nuovo insediamento di massa.
Ad oggi molti aeroporti si avvalgono di questo efficace sistema e anche molti impianti industriali e capannoni con stoccaggio materiale e mangimi trovano con questo sistema assolutamente ecologico un enorme beneficio igienico sanitario.

La falconeriafreddy organizza varie regioni corsi di avvicinamento alla falconeria (di un w.e.) con lo scopo di avvicinare appassionati e interessati all’antica arte della falconeria e far conoscere da vicino il mondo dei rapaci e i loro spettacolari voli. (periodi: da ottobre a aprile; regioni in cui si svolgono: Emilia Romagna , Umbria)

BIRD CONTROL S.R.L. DAL 1980

Una società esperta nell’ambito della falconeria, con la passione per i rapaci che si è trasformata in attività lavorativa per coloro che hanno “fondato” questa attività.
Tra i vari servizi BIRD CONTROL S.R.L. si occupa di allontanamento volatili per le aree quali :
– Luoghi aperti, discariche, aereoporti, centri sportivi,

– Ambienti chiusi di ampie dimensioni, magazzini

– Vigneti, campi coltivati

– Aziende agricole, allevamenti

– Edifici pubblici o privati, ospedali, capannoni

ALLONTANAMENTO VOLATILI

Tra i vari servizi BIRD CONTROL S.R.L. si occupa di allontanamento volatili che colonizzano aree pubbliche e private, aziende , parchi e campi agricoli.

BIRD STRIKE, AEROPORTI SICURI

Bird Control da oltre 25 anni opera per prevenire il bird strike, l’aeroporto FVG di Ronchi dei Legionari (GO) è stato uno dei primi ad avvalersi della nostra collaborazione.
Da oltre 25 anni per prevenire il bird strike, l’aeroporto FVG di Ronchi dei Legionari (GO) e dal 2014 le Frecce Tricolori a Rivolto, si avvalgono della nostra collaborazione per la dissuasione dei volatili che potrebbero interferire nelle fasi di decollo ed atterraggio degli aerei. Per allontanare efficacemente una colonia di volatili e’ necessario ripetere gli interventi, inizialmente in modo giornaliero ed intensivo durante l’intera giornata, poi in modo dilazionato. Questo sistema si avvale di un numero diversificato di rapaci a seconda della necessita’, dell’ambiente e della problematica, e’ un sistema vantaggioso in quanto:
– E’ un sistema ecologico non inquinante.

– L’uso di rapaci e’ piu’ efficace perche’ non vi e’ alcuna assuefazione nell’istinto di sopravvivenza delle prede.

– E’ un sistema che non interferisce sulle attivita’ produttive ed economiche, pertanto non e’ necessario interrompere le normali attivita’

EVENTI E MANIFESTAZIONI

BirdControl Srl è un azienda specializzata in spettacoli di falconeria, mostre con rapaci rievocazioni storiche, didattica per attività pubbliche e private.

FALCONERIA E SERVIZI

La BIRD CONTROL S.R.L. organizza periodicamente dei corsi di falconeria rivolti a tutte quelle persone che vogliono intraprendere la strada della nobile arte della falconeria. Per qualsiasi informazione potete visionare l’area dedicata ai corsi nella Home page oppure contattarci. Siamo a vostra disposizione