Cibo Barf per cani di tutte le razze
Spettacoli con i Rapaci: la Storia

L’arte della Falconeria viene tramandata di generazione in generazione, ma questo non è il caso della nostra associazione.

I Falconieri delle Apuane e’ semplicemente un gruppo di persone unite dalla stessa splendida passione e legate da un reciproco sentimento di fiducia e rispetto, caratteristiche che rendono questo gruppo Unico; nessun avo antecedente a noi ma solo semplice passione che ci scorre dentro.

Nel 2010 nascono i Falconieri delle Apuane, associazione di Falconeria con sede in via San Vitale, Mirteto (Ms), grazie all’unione tra Matteo Giannetti, che fin da piccolo ha coltivato questa passione e che ha sempre mantenuto vivo in lui questo sogno fino a realizzarlo, Antonio Giannetti, Sara Babboni, Davide Borghini e Lorenzo Tartarini;

Successivamente, con l’ingresso nell’associazione di altri validi elementi come Giuseppe Giannetti, Emiliano Casini, Marco Tartarini e Rebecca Natelli il gruppo è diventato sempre più amplio e completo.

La nostra Associazione si occupa di addestramento rapaci, dimostrazioni didattiche con volo libero degli animali ed inoltre di divulgare, tutelando sempre i rapaci e la natura in generale, questa arte in tutti i comuni d’Italia che ci vorranno ospitare, ammaliando tutti i presenti.

Inoltre il nostro gruppo è provvisto di costumi d’epoca storica al fine di poter partecipare ad eventuali eventi e rievocazioni medioevali.

Per ogni falconiere, vedere il proprio falco tornare sul proprio pugno dopo il volo è una delle immagini e delle sensazioni più belle al mondo.

La falconeria e’ considerata uno dei più sofisticati e civilizzati incontri tra uomo e natura, nonché una delle più antiche relazioni tra uomo e uccello; e noi siamo lieti di farne parte.
L’UTILIZZO DEI RAPACI

Oltre alle semplici rievocazioni storiche, fiere e spettacoli, i rapaci vengono utilizzati anche per il Bird-Control, per lezioni didattiche nelle scuole e per l’ allevamento.

BIRD-CONTROL.
BIRD CONTROL è un termine inglese col quale si intende il controllo degli uccelli.
Questa tecnica consiste nell’allontanamento di alcune specie di uccelli,per la maggior parte piccioni,storni,cormorani e gabbiani,ritenute dannose o pericolose in determinati ambienti,, mediante l’ utilizzo di rapaci.
Non tutte le specie di rapaci sono adatte al controllo dei nocivi;
I rapaci più utilizzati sono soprattutto la poiana di Harris e il Falcone di alto volo.
La poiana di Harris perchè è in grado di volare in qualsiasi condizione di tempo e di luce oltre che in qualsiasi luogo ,e la sua mole è utile per allontanare certe specie particolarmente grosse come gli aironi nelle piste aeroportuali, mentre il Falcone d’alto volo perché alzandosi in volo è in grado di spaventare uccelli nel raggio di centinaia di metri.

L’addestramento di questi rapaci è particolare,in quanto vengono abituati subito al rumore e presenza di aerei, macchine e persone e vengono inoltre abituati a NON uccidere gli uccelli da allontanare,quindi non verrà mai fatta conoscere la preda viva.
Al contrario non vengono quasi mai utilizzati rapaci come l’Astore, lo Sparviere, la Poiana Ferruginosa e la Poiana comune poiché presentano caratteristiche non idonee a questa attività come es. l’abitudine di attaccare appena liberato gli eventuali uccelli da spaventare,la piccola mole che li rende meno “pericolosi” e la difficoltà di gestione.
Inoltre non vengono mai utilizzate le Aquile in quanto troppo difficili da gestire e a causa della loro grossa mole che ne rende difficile l’utilizzo nella maggioranza delle situazioni di bird-control.
Anche i piccoli falchi come il Gheppio comune ed il Gheppio americano sono poco utili, sempre a causa delle loro piccole dimensioni.
Tra i rapaci notturni l’unico che forse può trovare utilizzo è il Gufo reale europeo.
A differenza dei metodi comunemente utilizzati per allontanare i volatili come ad esempio i Palloni aerostatici,gli Altoparlanti e i Fuochi d’artificio,il bird control non prevede l’uso di materiali inquinanti per l’ambiente ed è molto più funzionale in quanto si è riscontrato che i volatili allontanati tramite i metodi precedentemente elencati comprendono quasi subito che il pericolo era momentaneo e ritornano dopo poco tempo sul posto.

DIDATTICA NELLE SCUOLE.
Questa attività ha lo scopo di sensibilizzare i bambini e i giovani adolescenti ed a spingerli a conoscere gli animali e la natura per poterli rispettare.
L’ attività ha una durata di circa 1 ora nelle scuole elementari,essendo riconosciuta tale la durata massima di attenzione prestata dai bambini piccoli,e di una giornata per le scuole medie e superiori essendo i giovani adolescenti abituati a prestare attenzione per più ore consecutive.
Durante la lezione verranno spiegate le tecniche di volo,le tecniche di caccia,l’ alimentazione e le varie differenze morfologiche e biologiche fra i rapaci diurni e quelli notturni,nonché presentate le varie caratteristiche di ogni specie.
Successivamente si assisterà alle evoluzioni in volo libero,(sotto il controllo dei falconieri),di uno o più animali e sarà possibile per i bambini accarezzare e fare fotografie al rapace.
La didattica diviene così uno strumento per far conoscere ai bambini e ai giovani,in modo divertente e del tutto nuovo il mondo dei rapaci e per spingerli alla salvaguardia di questi,essendo molto importanti per l’equilibrio biologico della natura.

Un nuovo ospite al Mulino del Gufo di Oltremare: Lunda, una femmina di avvoltoio cappuccino

Claudia e Lunda_cr agosto-2Il Mulino del Gufo, una delle attrazioni più apprezzate dai visitatori grandi e piccini di Oltremare, conta un ospite in più: una femmina di avvoltoio cappuccino (Necrosyrtes monachus). Lunda è il nome che i falconieri hanno dato all’esemplare scegliendolo fra i tantissimi proposti dai fan della pagina facebook del Parco. Alla nascita, avvenuta pochi mese fa, pesava solo 50 grammi e ora, ha raggiunto un peso di 1.600 grammi.

Allevata dalla schiusa dell’uovo dai falconieri di Oltremare, è molto socievole e non di rado si avvicina curiosa tra i visitatori. Ha un’apertura alare di circa due metri ed è diventata un’abilissima volatrice. Da pochi giorni Lunda partecipa attivamente alle dimostrazioni di volo in programma nel Parco, insieme ai genitori Brutus e Viki e ai fratelli maggiori Isabel e Kimbo, entrambi nati al Parco, il primo nel 2011 e il secondo lo scorso anno.

Il Mulino del Gufo, rifugio di rapaci notturni e diurni di Oltremare – Realizzato sui modelli dei tipici mulini ottocenteschi dell’area del delta del fiume Po, il Mulino del Gufo rappresenta il rifugio dei Rapaci diurni e notturni ospiti del Parco Oltremare. Le voliere al suo interno ospitano 60 esemplari di diverse specie di rapaci, da quelli notturni come gufi reali, gufi delle nevi, barbagianni, a quelli diurni quali aquile delle steppe, aquile di mare europee, l’aquila pescatrice africana, falchi pellegrini, lanari, sacri, gheppi, poiane di Harris, poiane comuni, avvoltoi dal berretto ed avvoltoi testabianca. Tutti i cosiddetti “uccelli da preda” sono nati in ambiente controllato e sono quotidianamente seguiti dalle attente cure di esperti falconieri.

Dal Mulino del gufo, due volte al giorno,  ha inizio l’emozionante “Volo dei Rapaci” con dimostrazioni di volo e di caccia in cui i Rapaci sfrecciano liberi sulle teste e davanti agli occhi di meravigliati visitatori grandi e piccini La Falconeria, ovvero l’arte della caccia con il falco, nel 2010 è stata riconosciuta dall’Unesco patrimonio culturale immateriale dell’umanità. È un’arte antichissima. Le prime testimonianze risalgono al 3000 a.C. e provengono da un’area dell’Asia Centrale compresa tra Cina e Mongolia. Giunta  in Europa attraverso la via della seta, raggiunge il suo massimo splendore nel Medioevo grazie anche a Federico II di Svevia, Imperatore del Sacro Romano Impero (1194 – 1250) e massimo esponente della falconeria italiana.

Oggi la Falconeria non è più prerogativa di una determinata classe sociale. Come ci insegnano i Maestri Falconieri di Oltremare, l’unica cosa richiesta è il rispetto dell’animale e un’accurata conoscenza delle sue esigenze, nonché una profonda passione. L’essenza dell’addestramento risiede nell’avvicinamento tra uomo e rapace per cui si basa su fiducia e amicizia. Tutto questo viene trasmesso nel programma speciale “Falconiere che passione”  che si propone non solo di trasferire le forti emozioni che si provano stando vicino ai rapaci, tenendoli “al pugno”, o vedendoli sfrecciare in cielo, ma di fornire nozioni teoriche e pratiche utili per un primo approccio con questi maestosi e regali animali.

Gli strumenti del falconiere:

Il cappuccio serve a coprire gli occhi dell’animale e questo lo aiuta a rimanere tranquillo in situazioni di potenziale stress.
Il guanto, in falconeria è lo strumento che consente di portare il rapace senza subire fastidiosi graffi e dolorose artigliate su mani e braccia.
Il logoro è una corda alla quale è attaccata una finta preda costituita da penne o da un pezzo di cuoio imbottito, di consistenza idonea all’animale in questione. La sua funzione è quella di simulare una preda in movimento cosicché il falco si senta stimolato nell’inseguirla.
La filagna è una corda molto lunga che consente, nelle prime fasi dell’addestramento, di svolgere i primi esercizi anche da una discreta distanza: la si adopera fino a quando non si è certi della fiducia e prontezza del proprio falco.
I geti sono delle strisce di cuoio forte e morbido che vengono applicate alle zampe del falco e servono per trattenerlo al guanto, al blocco o alla pertica.
Le borse sono essenziali per il trasporto del logoro, della carne, del cappuccio etc.
Il trasmettitore da attaccare alla zampa del rapace serve per seguirlo nel caso in cui si allontani.

Parco Oltremare
viale Ascoli Piceno, 6
47838 Riccione (RN)
Informazioni e prenotazioni +39 0541 4271
Segreteria +39 0541 4271
Fax +39 0541 427101
e-mail: info@oltremare.org

La A.S.D. Falconieri dell’area Mediterranea ha il suo CENTRO ESPOSIZIONE RAPACI all’interno del quale si ammirano varie tipologie di Falchi, Gufi, e Aquile etc. Si assiste a dimostrazioni di volo a catture di finte prede, a giochi di abilità che impiegano falchi e rapaci sapientemente addestrati dallo STAFF di falconieri diretti dal Maestro Emilio Maltalenti.

Le spettacolari esibizioni coinvolgono anche il pubblico suscitando grande fascino negli adulti e sicuro divertimento nei bambini. Visitate la galleria e guardate foto e filmati dei nostri animali, leggete gli orari e i programmi.
Il centro esposizione rapaci è immerso nel verde collinare posto sopra ai giardini di Ninfa e sotto il borgo medievale di Norma.

La sua posizione offre un panorama particolarmente caratteristico, che spazia dal golfo di Nettuno al monte Circeo, il sito è a pochi chilometri anche dal castello di Sermoneta.

Ideale per una grigliata tra amici, una giornata in pieno relax e un momento di affascinante ritrovo con la natura.

Ci occupiamo di:

Allontanamento volatili nocivi ed infetti nei centri abitati ed edifici di pubblica utilità con l’uso esclusivo di falchi vivi.

Inoltre partecipiamo a manifestazioni di piazza sagre e rievocazioni storiche, spot pubblicitari, spettacoli per bambini, Matrimoni ed eventi particolari.

Il paese è invaso dai piccioni, volano dappertutto, sostano sui cornicioni e,com’è noto da tempo altrove, apportano fastidiose conseguenze: sporcano, nidificano ovunque e sono potenziali portatori di malattie anche per l’uomo. Ma perché adesso ci sono centinaia e centinaia di piccioni? Domanda difficile. Fatto è che adesso i piccioni sono sparpagliati su tutti i cornicioni a caccia di cibo o di acqua. Dissuasori acustici, chimici e soprattutto meccanici, fili d’acciaio o speciali piastre con aculei, per allontanarli e in pratica far sì che “il guaio” vada altrove, magari da chi non ha ancora comprato i dissuasori. Non volendo spendere molto, c’è chi conficca chiodi su tavolette lasciate sui cornicioni con le punte rivolte verso l’alto, in modo che non sia possibile posarvisi.

Un metodo naturale: l’uso dei rapaci.

Liberando falchi addestrati che spaventano i piccioni e nei casi fortunati, ne afferrano uno in volo. L’operazione, andrebbe protratta per alcuni giorni, altrimenti i piccioni tornano sul “loro” tetto, e comunque integrata con altri sistemi dissuasivi.

Il Museo Ornitologico, che e’ sito a pochi metri dal Castello Superiore e’ stato concepito, essenzialmente, per rispondere alla richiesta di un numero sempre maggiore di persone che desiderano sapere qualcosa di piu’ sull’ornitologia e le scienze naturali in generale. Obiettivo del museo quello di proporsi come vero e proprio centro studi sulle tematiche legate all’ambiente e al territorio di Marostica, alla sua storia e alle sue tradizioni, sfruttando al massimo le impareggiabili risorse di cui dispone: come la splendida collezione Dalla Riva; l’esclusivo Progetto Falconarius, ovvero una dimostrazione di volo con rapaci a cura dei falconieri del Museo, all’interno di uno splendido anfiteatro; l’incantevole posizione collinare, panoramica, isolata e al contempo cosi’ vicina al centro storico grazie ai panoramici sentieri di collegamento dei Carmini e della Val di Botte.

UTENTI: Scuole materne, elementari, medie inferiori e superiori, universita’, gruppi organizzati, famiglie, gruppi spontanei.

ATTIVITA’: Uscite didattiche di mezza/intera giornata con laboratori didattici per scuole e centri estivi, Dimostrazioni di Volo con i Rapaci, Lezioni in classe con i Rapaci, Partecipazione a fiere e manifestazioni, Giornate da Falconiere e Allontanamento volatili nocivi (Bird Control).

Il Museo dispone di un’incantevole anfiteatro naturale, situato all’ombra delle mura del Castello Superiore, all’interno del quale vengono effettuate nell’ambito del Progetto Falconarius dimostrazioni di volo con rapaci.

Questo progetto si propone la realizzazione di un’originale risorsa culturale, che costituisca un’esperienza unica sia sotto il profilo didattico che emozionale sulla vita dei rapaci e sulla loro conservazione.

Quanti bambini e non, avrebbero altrimenti la possibilita’ di osservare da vicino e di ammirare, il volo di un Gufo Reale o la picchiata del velocissimo Falco pellegrino?

In tale sede, inoltre, sara’ evidenziata la relazione tra il mondo dei falconi e l’epoca medioevale, per spiegare quanto profondamente cio’ possa collegarsi alle tradizioni della citta’ di Marostica.

Orari:

Marzo – Aprile – Maggio – Settembre – Ottobre: ore 16:30

Giugno – Luglio – Agosto: ore 17:00.

Gli altri giorni solo su prenotazione.

L’ultima domenica di ottobre, a causa del passaggio all’ora solare, la dimostrazione sarà anticipata alle ore 16:00

Per la dimostrazione si raccomanda la puntualita’!

Arrivare un po’ prima dell’orario di inizio.

In caso di pioggia la dimostrazione di volo non verrà effettuata.

Durante la dimostrazione non si devono avere con se altri animali.

Biglietto d’ingresso (visita museo + dimostrazione):

Euro 5,00 adulti e ragazzi dai 14 anni in su – Euro 3,00 bambini dai 6 ai 14 anni (gratuito per i disabili ed i bambini fino ai 6 anni)

Qualche domenica i Falconieri del Museo potrebbero essere impegnati in altre manifestazioni, di conseguenza per avere la certezza che la dimostrazione di volo verrà effettuata chiamare il numero 3463003681.

Vuoi trascorrere una giornata fuori dall’ordinario avvicinandoti al mondo dei rapaci e della Falconeria?

Vuoi conoscere qualcosa in più sulle loro caratteristiche, tecniche di caccia, addestramento, maneggiamento e cura?

Vuoi capire se la falconeria fa per te o vuoi semplicemente passare una giornata alternativa ed emozionante sul Castello di Marostica?

Sarai protagonista insieme ai nostri bellissimi esemplari di un’avventura che ti regalerà forti emozioni.

L’attività potrà essere organizzata tutto l’anno su prenotazione con un preavviso di almeno una settimana.

In caso di pioggia o forte vento l’attività verrà rimandata.

Per partecipare all’attività non si devono avere con se altri animali.

L’attività viene svolta nel nostro anfiteatro presso il Castello Superiore di Marostica ed al Museo Ornitologico.

A fine giornata verrà rilasciato un’attestato di partecipazione, materiale informativo ed un cd con le foto-ricordo.

Per conoscere i costi e per ulteriori informazioni chiamare il numero 3463003681 oppure mandare un’e-mail a: info@museoornitologico.org

Pochi sanno che in località fornace, sorge “Il regno dei Rapaci”, un’azienda agricola e agriturismo, che conta al suo interno 100 esemplari di rapaci di 30 specie diverse, tra avvoltoi, gufi, barbagianni, aquile, falchi e molti altri volatili.

A gestire l’azienda è la signora Anna Flumeri insieme a Dino Bendotti, Maestro Falconiere di professione, ed entrambi si prendono cura delle specie del parco, organizzando laboratori didattici, eventi, battesimo del guanto, corsi di falconeria, dimostrazione di voli con falchi in libertà, e giornate speciali.
I Falchi presenti nell’azienda, sono un vero fiore all’occhiello, richiesti da diverse aziende e aeroporti per il cosiddetto “bird control“, ovvero l’allontanamento di volatili nocivi,eseguito con falchi addestrati.

“Spesso abbiamo ospitato i bambini delle scuole, con i quali abbiamo svolto percorsi alla scoperta degli animali presenti nell’agriturismo -ha raccontato Anna- analizzando il loro sistema di alimentazione in natura e in cattività, studiandone abitudini e modo di vivere, e realizzando arnesi e strumenti utili alla cura degli animali stessi”.

All’ingresso del bellissimo parco, che conta nel complesso anche tre laghetti per la pesca sportiva di cui vi parleremo prossimamente, ad accogliere i piccoli e grandi visitatori c’è una gufiera, un percorso tra le diverse specie di gufi, che attendono i vistatori appollaiati sui rami, liberi, suscitando emozioni incredibili con al possibilità di osservarli da vicino.

Poco più in là gli esemplari di Aquile, Gufi Reali, Falchi Pellegrini, Barbagianni Fuliginosi e Avvoltoi, lasciano i presenti a bocca aperta. Oche, caprette e daini, sono inoltre presenti nella grande azienda agricola.

Ma uno dei momenti più intensi, che domani e domenica si terranno alle 15.00 e alle 16.30,
è quello del volo dei falchi ammaestrati, in una rappresentazione e dimostrazione condotta dai Falconieri di sua Maestà, che ormai da anni si occupano di questo genere di eventi e di rivisitazioni storiche medievali.

“Speciale è la possibilità che diamo di trascorrere un’ intera giornata da falconieri –ha raccontato Anna- una giornata in cui un maestro falconiere esperto guiderà la persona in ogni passo con il rapace, dal volo alla nutrizione”.

A sostenere l’attività di Anna Flumeri e del Maestro Falconiere Dino Bendotti, ci sono anche Gaia Sironi, aiutante falconiere, la Dottoressa Roberta Maietti, veterinaria, e il Biologo Pietro Nino.

I Falconieri dunque vi aspettano, famiglie, bambini, curiosi, amanti di atmosfere di altri tempi e altri ambienti.

Il parco rapaci e la scuola di falconeria
Il Park Des Dolomites organizzerà ogni settimana suggestivi spettacoli di Falconeria con il maestro falconiere Guglielmo Ventimiglia di Monteforte

La scuola di Falconeria del Park Des Dolomites

COME DIVENTARE UN FALCONIERE ALLA SCUOLA PARK DES DOLOMITES

Se vi ha sempre appassionato l’idea di diventare falconieri sappiate che ci vorrà tanta passione e costanza la strada è già aperta davanti a voi. Ovviamente per prima cosa bisogna imparare le tecniche.

C’è solo un modo per imparare :

farsi tramandare l’arte da un falconiere esperto che vi insegni le tecniche di addestramento dei rapaci.
Questo è sicuramente il modo migliore e più sicuro per imparare la falconeria, ma purtroppo non è facilmente realizzabile poiché i falconieri non sono equamente distribuiti sul territorio italiano, non sono sempre disponibili e non ci sono strutture organizzate capaci di ospitare i neofiti falconieri in maniera tale da fornire ospitalità e qualità didattica durante magari un periodo di vacanza. ricordate che per poter essere seguiti da un falconiere durante l’apprendimento della tecnica e le prime esperienze si necessita di lezioni ravvicinate per alcuni giorni. Questo avviene al Park Des Dolomites di Borca di Cadore sulle Dolomiti Ampezzane.

QUANTO E’ DIFFICILE TROVARE UNA BUONA SCUOLA DI FALCONERIA

Oggi in Italia esistono diverse decine di bravi falconieri, persone che hanno esperienza di molti anni alle spalle sull’addestramento di gufi, falchi e aquile e della falconeria in generale.
Molte persone pensano che seguire un falconiere sia il metodo migliore per imparare la falconeria (anche perché apparentemente gratuito), ma è facilmente possibile dimostrare il contrario, per i seguenti motivi:

I falconieri “esperti” quelli veri che potrebbero veramente insegnarvi qualcosa sono la minoranza. Spesso ci si ritrova ad imparare la falconeria da un falconiere che ha pochi anni o un solo anno di esperienza alle spalle.

Alcuni falconieri, anche bravi, possono approfittare dell’incompetenza di un neofita al quale si offrono di insegnare la falconeria e dare loro un “bidone” (per esempio dei rapaci a prezzi esagerati e molto più elevati rispetto al prezzo di mercato o rapaci malati o con problemi psico-fisici). Per imparare la falconeria non basta sapere addestrare un rapace! Bisogna imparare moltissime nozioni di biologia ed etologia dei rapaci, tecniche di radiotracking per rintracciare e ricercare ecc … Sono pochi i falconieri in grado di offrire questa completa preparazione ad un neofita .

INSEGNARE LA FALCONERIA E’ UN’ARTE (differenze tra didattica e pratica)

CARATTERISTICHE DI UN BUON CORSO DI FALCONERIA

Nell’elenco che segue vengono indicate le caratteristiche di base che deve avere un buon corso di falconeria o scuola di falconeria. Abbiamo ritenuto opportuno riassumere queste caratteristiche in quanto spesso ci si accorge di avere letteralmente buttato al vento dei soldi (e anche tanti!) per non imparare praticamente nulla.

Partiamo dal presupposto che un corso di avvicinamento alla falconeria non dovrebbe durare meno di 10 ore. Alcuni giorni ininterrotti a stretto contatto con il falconiere e i suoi animali.

Questo corso di falconeria deve prima di tutto dare i “fondamentali” principi su cui costruire la tecnica di addestramento e gestione dei rapaci. Una delle principali basi fondamentali è sicuramente LA BIOLOGIA DEI RAPACI. Ricordate che la falconeria è un’arte legata a degli esseri viventi (i rapaci appunto). Ricordiamo anche che un bravo falconiere è colui il quale riesce a capire il suo falco, prevedendone i comportamenti . è indispensabile per poterli addestrare conoscere le basi della fisiologia alimentare, la dinamica del volo e l’etologia dei rapaci.

La scuola di addestramento rapaci del PARK DES DOLOMITES consente di frequentare dei corsi di falconeria con alcuni dei migliori falconieri d’Italia e di essere ospitati in una struttura che vanta un parco privato di 9 ettari tra il Pelmo e l’Antelao due tra i monti più belli e suggestivi delle Dolomiti riconosciute ultimamente patrimonio UNESCO.

I nostri del centro rapaci del Park Des Dolomites sono falconieri esperti nel tenere lezioni di addestramento di rapaci diurni, basso e alto volo e rapaci notturni.

Il parco rapaci presso il Park Des Dolomites
Il Park Des Dolomites organizzerà ogni settimana dei mesi Luglio e Agosto suggestivi spettacoli di Falconeria con il maestro falconiere Guglielmo Ventimiglia di Monteforte

Spettacoli di falconeria e centro didattico rapaci ” IL REGNO DI THOR “

Centro Rapaci
Il nostro centro rapaci si può senza ombra di dubbio definire la perla del Territorio Italiano ed è realizzato con ampie voliere ove sono ospitate circa venti specie diverse di rapaci notturni e diurni quali il falco Pellegrino, il Falco di Harris, il Barbagianni, la Civetta delle Nevi, il Gufo Reale, e tanti altri, che all’interno del Parco hanno la possibilità di vivere e riprodursi in un ambiente più naturale possibile.

Alcuni di questi predatori vengono nutriti dalle mani dell’uomo sin dalla nascita e si addestrano affinché sia possibile dare dimostrazioni didattiche sulle particolarità del volo e quindi fornire ai visitatori l’opportunità di un contatto diretto con questi esemplari: esperienza unica e non offerta da nessun altro Parco italiano.

Info Scuole
Le Coccinelle
Programma visite guidate per scolaresche (fino a 6 anni)
Arrivo al Parco ore 10.00
Accoglienza e breve colazione fornita dai genitori
Visita guidata con personale altamente qualificato all’interno del Parco
Fattoria piccola con i coniglietti, ricci, cavie peruviane osservazione e contatto diretto
Piccolo stagno
L’isola delle tartarughe
Visita e contatto diretto all’interno della fattoria grande con: asinelli, caprette, pecore, maialini, galline, pavoni, ecc.
Accostamento al cavallo
Esibizioni di volo di uccelli rapaci notturni e diurni
I bambini potranno consumare il loro pranzo nell’area pic-nic
Parco giochi (Villaggio Baby)
La struttura é comprensiva di servizi igienici a norma
Partenza ore 14.00 – 14,30

In alternativa al suddetto programma si possono svolgere attività più dettagliate da concordare tra l’insegnante e i rappresentanti del Parco come: bosco e sottobosco, Mastro fornaio: manipolazione del pane, marmellate, biscotti, lezione sulle api da miele, visita all’oleificio.

Costo Euro 8.00 a bambino, genitori o parenti. Per gli insegnanti e i diversamente abili l’ingresso è gratuito.

Scarica il foglio informativo in formato PDF

I Gufi
Programma visite guidate per scolaresche (6-14 anni)
Arrivo al Parco ore 10.00
Accoglienza e breve colazione fornita dai genitori
Visita guidata con personale altamente qualificato, che accompagnerà “i Gufi” attraverso un sentiero che si inoltra nel bosco deve è possibile conoscere la vita del sottobosco nonché il frutteto delle piante antiche fino ad arrivare nel settore Etrusco, dove si potranno osservare dei condotti scavati nel tufo da questo popolo, un vero “ acquedotto etrusco “ quasi integro, il più lungo e più importante del Lazio
Osservazione delle diverse specie di tartarughe terresti
Visita e contatto diretto all’interno della fattoria grande con: asinelli, caprette, pecore, maialini, galline, pavoni, ecc.
Accostamento al cavallo
Esibizioni di volo di uccelli rapaci diurni e notturni
Osservazione del piccolo stagno
I bambini potranno consumare il loro pranzo nell’area pic-nic
Parco giochi
La struttura è comprensiva di servizi igienici a norma
Partenza ore 14.00 – 14,30

In alternativa al suddetto programma si possono svolgere attività più dettagliate da concordare tra l’insegnante e i rappresentanti del Parco come: bosco e sottobosco, orto didattico e varie specie di erbe medicinali e aromatiche presenti nel territorio, lezione sulle api da miele, visita all’oleificio.

Costo Euro 8.00 a bambino, genitori o parenti. Per gli insegnanti e i diversamente abili l’ingresso è gratuito.

ANFITEATRO DI PETRA
Sono i predatori dei cieli. Carismatici, potenti e velocissimi, nel volo sono dei veri maestri. Li vedrai all’opera in un grande anfiteatro.

Avrai la possibilità di scoprire i segreti di oltre 10 diversi rapaci, diurni e notturni. Aquile, gufi, poiane, falchi, avvoltoi a cui Zoom ha dedicato un anfiteatro a cielo aperto, che ospita fino a 800 spettatori, per imperdibili dimostrazioni di volo. Insieme ai falconieri del bioparco potrai apprendere le diverse tecniche di caccia di ogni specie.

Vedrai il gufo africano dispiegare le sue ali e il falco sacro scendere in picchiata sulla preda, i caracara correre sulla ghiaia e gli avvoltoi dividersi il cielo insieme ai nibbi bruni. Nei cieli i rapaci sono predatori eleganti e infallibili, ma sulla terraferma anche i più piccoli di voi avranno l’occasione di chiamarli sul pugno.

INCONTRA I FALCONIERI
Incontra i falconieri di Zoom per scoprire curiosità e aneddoti sui rapaci ospitati al parco!

VOLO DEI RAPACI
Naso all’insù per questa entusiasmante esperienza! Non perdere le suggestive dimostrazioni di volo dei rapaci nell’Anfiteatro di Petra, l’antico tempio concepito per esaltare al massimo le loro qualità acrobatiche.

La missione del Parco Ornitologico e di Educazione ambientale “Il Teatro dell’Aria”:

avvicinare le persone con rispetto al mondo dei rapaci;
trasferire attraverso il momento ludico, maggiore consapevolezza del valore enorme ma fragile degli equilibri naturali;
trasmettere a chiunque si avvicini al mondo della falconeria, che questa non è un gioco, nè un passatempo e che la corretta gestione di un rapace dal punto di vista psicofisico, viene molto prima di qualunque azione di volo;

La salute e il benessere degli animali sono alla base di ogni attività svolta dal Parco.

Gli animali che vivono nel Parco, sono protetti e in via di estinzione: ogni attività è svolta nel pieno e rigido rispetto di tutte le normative nazionali e internazionali in materia.

PARTONO I CORSI DI FALCONERIA A GRADARA!
Obiettivo di ciascun percorso formativo a ogni livello è quello di formare persone o falconieri in grado di gestire e detenere un rapace nel rispetto della sua natura e fisiologia. Presupposto del corso non è “sfornare” super-falconieri ma persone che con umiltà abbiano acquisito gli strumenti e le basi per continuare a osservare, imparare e confrontarsi in un percorso di crescita dove per definizione non esistono “arrivati”: il vero Maestro è e sempre sarà il falco.

Corso base – Avvicinamento alla falconeria
Obiettivo: conoscenza dei principi e delle tecniche di base della falconeria finalizzati all’autonomia del corsista al temine delle giornate di formazione. L’obiettivo primo del neofita deve essere innanzi tutto quello di saper gestire correttamente e mantenere in salute il proprio rapace. Le regole sono poche ma imperative: vanno capite e rispettate sempre.

Durata: 5 giornate
Cenni di storia della falconeria. In falconeria non c’è nulla da inventare;
Fondamenti di biologia dei rapaci e abitudini delle diverse specie in natura;
L’alimentazione e l’igiene del rapace;
Il riconoscimento delle patologie più frequenti e le cause: evitare gli errori più comuni;
I materiali, i diversi tipi di attrezzature e il corretto utilizzo;
L’ammansimento;
Le principali tecniche di caccia e di addestramento;
La telemetria;
La bibliografia: i testi che non possono mancare nella biblioteca e nella testa di un falconiere.
Durante il corso verranno fornite dispense didattiche e tests di autovalutazione dell’apprendimento. Una giornata sarà dedicata all’attività di laboratorio per imparare a costruire in autonomia l’attrezzatura di base. Parte integrante della formazione saranno le uscite sul campo, con esperienza diretta dei corsisti dei primi esercizi di addestramento.

Numero di partecipanti: max 10 persone.

Corsi avanzati
Il programma e la durata si definisce in base al livello e alle esigenze dei singoli. Possono quindi essere specificatamente orientati al perfezionamento delle tecniche di addestramento e di caccia di alto o basso volo o all’addestramento di altre specie di rapaci.

Didattica per gruppi e scuole
Giornate o week end dedicati alla falconeria per gruppi di 20-25 persone. Programmi da definirsi sulla base delle esigenze.

PROPOSTE DIDATTICHE
Esplora e scopri il mondo dei rapaci davvero da vicino!
Vieni a conoscere i nostri amici alati, provenienti da tutto il mondo e ammirane le evoluzioni in volo libero.
Fai un vero e proprio viaggio nel tempo, alla scoperta della storia della falconeria con l’Imperatore Federico II di Svevia.
Nel nostro Centro potrai ammirare l’agilità dei falchi, le maestose aquile, gli avvoltoi e i misteriosi gufi.

Tutti i laboratori e didattiche del nostro Centro Educativo “Il Teatro dell’Aria” sono progettati per:

accogliere gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado con programmi adeguati alle età;
interfacciarsi ed integrarsi con i programmi scolastici;
stimolare la partecipazione attiva degli studenti attraverso momenti di manualità;
presentare i nostri affascinanti rapaci da vicino e le loro particolarità in volo libero.
I suddetti punti sono finalizzati a stimolare una maggiore curiosità da parte dei ragazzi, attraverso momenti di confronto, gioco e osservazione diretta degli animali.
Solo la conoscenza può stimolare e sensibilizzare i giovani alla tutela della fauna selvatica e alla salvaguardia dell’ambiente.

BIRD CONTROL

Nel 2000, nascono I Falconieri del Re dall’unione di Gianluca Barone e Letizia Scarfiello. Nel tempo il nostro team si è composto da molti falconieri accomunati dall’amore per la natura, per i rapaci. Ci piace viaggiare e portare le nostre esperienze agli altri per renderli partecipi delle nostre gioie e delle nostre fatiche. Le persone che hanno la fortuna di vederci vengono sempre coinvolte in modo entusiasmante sia dalla bellezza dei rapaci che dai voli acrobatici ed imprevedibili che questi effettuano. Nel 2010 l’Unesco riconosce la Falconeria -Arte di predare animali selvatici nel loro ambiente naturale- come Bene Immateriale dell’Umanità. Sebbene la nostra presenza nei vostri eventi non possa rispecchiare la verità di tale definizione, noi riteniamo che la vera essenza della Falconeria debba essere trasmessa ad un pubblico ampio. Le nostre dimostrazioni hanno un carattere prettamente storico-scientifico, ciò che ci prefiggiamo nei nostri interventi è riuscire a comunicare la conoscenza il più approfondita possibile nei confronti dei rapaci e del rapporto che l’uomo riesce a costruire con essi, visto il magnetismo che essi suscitano negli uomini, cosi da ottenere anche da parte del pubblico un grande rispetto nei loro confronti.
Al momento siamo il gruppo in Italia più importante per la qualità delle nostre dimostrazioni (Alto Volo e Basso Volo ) e per il numero di specie messe in volo, raggiungendo le 150 dimostrazioni annuali.
Siamo stati e siamo presenti alle più importanti Rievocazioni storiche italiane, ad esempio: Capodanno Pisano (Pisa), Palio de lo Daino (Mondaino), Fiera delle Gaite (Bevagna), Quintana di Foligno……e fiere sulla caccia ed il tempo libero: Fieracavalli a Verona, Cheval passion ad Avignone; siamo presenti al Game Fair Italia dal 2008; secondi classificati nell’edizione 2010 alla Rassegna Nazionale delle Regioni a Cavallo.
La nostra forza sta nella magia che riusciamo a creare nelle nostre dimostrazioni grazie all’uso di colonne sonore appropriate ed al trasportante racconto dello speaker, il pubblico viene letteralmente incantato, trasportato in volo insieme ad i nostri rapaci. I nostri interventi sono stati richiesti anche per effettuare scene per film, per il colossal televisivo “Roma” di produzione americana; l’ultimo spot è stato girato per la Sammontana 5 Stelle .
Lo spot è visibile al seguente indirizzo: www.youtube.com/watch?v=UZgRQs3Zgp8
Abbiamo partecipato al video della canzone “Ti dedico tutto” di Biagio Antonacci (2012)
Il video è visibile al seguente indirizzo:www.youtube.com/watch?v=QsKu9vISg0I&feature=share .
Siamo presenti insieme a i nostri animali nello spot in onda su Mediaset del nuovo programma di Adriano Celentano “Rock Economy”. Moltissime sono le trasmissioni che ci hanno ospitato: quasi tutti i TG regionali, RaiDue Costume e Società (Rai Due), Geo&Geo (RaiTre), RaiTre Bell’Italia (Rai Tre), LineaVerde (Rai Uno), FestaItaliana (RaiDue), I fatti Vostri (Rai Due), Canale Caccia e Pesca e Current Tv (Sky). Al momento stiamo allestendo il “Centro Europeo Rapaci” presso Sinalunga (Siena), che si occuperà di dimostrazioni, di riproduzione e di recupero rapaci. Nel 2011 abbiamo tenuto un corso in collaborazione con la Provincia di Grosseto, con il Patrocinio del Fondo Sociale Europeo, per creare personale esperto nel recupero di rapaci feriti. Collaboriamo dal 2013 con Swarovski Optik, abbiamo collaborato nella presentazione dinamica dei nuovi binocoli in occasione dell’evento che si svolto a settembre presso laA.F.V. La Garufola- Ozzano nell’Emilia (BO) e siamo stati ospiti nello stand in occasione di Hunting Show di Vicenza 2014.

“La falconeria è una delle più antiche relazioni tra uomo e rapace, risalenti a più di 4000 anni fa. La falconeria è una attività tradizionale con gli uccelli rapaci addestrati a prendere prede nel loro habitat. Si tratta di una attività naturale, perché il falco e la preda si sono evoluti insieme nel corso di milioni di anni, la loro interazione è un dramma antico. Il falco è adattato a cacciare la preda e la preda si è evoluta in molti modi per sfuggire al falco. Questo porta ad una visione affascinante, nel modo in cui funziona la natura e pone una sfida intellettuale per il falconiere nella sua comprensione del comportamento. Il suo compito è quello di portare gli attori insieme sul palco della natura. Per fare questo il falconiere deve sviluppare una forte relazione e sinergia con il suo rapace”.

I “Falconieri delle Orobie”, da sempre affascinati e catturati da queste meravigliose creature, da un po di anni a questa parte, portano in giro per l’italia l’ antica e nobile Arte della Falconeria , per far in modo che più persone possibili, possano capire e apprendere con i propri occhi, di cosa si tratta.

Visitando il nostro sito, potrete notare tutti gli eventi e le manifestazioni a cui abbiamo preso parte in questi anni, siamo spesso chiamati da comuni, ma anche strutture private, per dimostrazioni, rievocazioni medioevali, fiere, feste private ed altro ancora .

Ti piacerebbe entrare in contatto, anche per un solo giorno con falchi e gufi ? Conosci una persona che ne è appassionata e vorresti fargli un regalo originale e unico ? I Falconieri delle Orobie organizzano dei mini corsi di Falconeria di un giorno !

CORSI:
Lo scopo di questi corsi è quello di avvicinare le persone a questi animali, per imparare a conoscerli ed a rispettarli. Grazie all’iniziativa “Falconiere per un giorno” tutte le persone che lo desiderano potranno provare l’ebrezza di chiamare in volo un rapace, di stare loro vicino ed apprenderne il comportamento.
I Falconieri delle Orobie saranno felici di ospitarvi nella loro tenuta situata nelle verdi alture della spettacolare e inconttaminata Val Brembana

PIAZZE E CERIMONIE:
Ti piacerebbe entrare in contatto, anche per un solo giorno con falchi e gufi ? Conosci una persona che ne è appassionata e vorresti fargli un regalo originale e unico ? I Falconieri delle Orobie organizzano dei mini corsi di Falconeria di un giorno !

Lo scopo di questi corsi è quello di avvicinare le persone a questi animali, per imparare a conoscerli ed a rispettarli. Grazie all’iniziativa “Falconiere per un giorno” tutte le persone che lo desiderano potranno provare l’ebrezza di chiamare in volo un rapace, di stare loro vicino ed apprenderne il comportamento.
I Falconieri delle Orobie saranno felici di ospitarvi nella loro tenuta situata nelle verdi alture della spettacolare e incontaminata Val Brembana

BIRD CONTROL:
Con i rapaci è possibile allontanare e controllare varie specie di animali nocivi, ma soprattutto uccelli anche se non mancano le applicazioni per il controllo dei danni da Lepre o Coniglio selvatico.
Dunque il controllo dei nocivi attraverso l’uso di uccelli rapaci addestrati può essere semanticamente ridotto ad un unico termine: Bird Control.
Le specie di uccelli prevalentemente interessate dal BIRD CONTROL sono: piccioni, storni, gabbiani, cormorani e altri acquatici.

Tutti i nostri falchi sono addestrati a ricevere il cibo solamente dall’addestratore questo fa si che i nostri falchi non uccidano gli uccelli che devono allontanare. E’ sufficiente la loro presenza nell’area e il loro volo per indurre l’allontanamento degli uccelli.

Opinioni e Recensioni sulle Crocchette per Cani